Domenica 28 Febbraio, alle ore 17.00, nella sede del Laboratorio della Politica di via Costanzo 8, Catania si è tenuto un incontro dal titolo I beni “dopo” la mafia: soluzioni e prospettive.

Relatore l’Avvocato Lucio Guarino, Presidente del CDA del Consorzio Etneo per la legalità e lo sviluppo, sorto per la gestione dei beni confiscati nella provincia di Catania, e Direttore del Consorzio di Comuni “Sviluppo e Legalità” per la gestione dei beni confiscati alla mafia in provincia di Palermo.

L’incontro ha messo in luce, sulla base della nuova normativa sulla confisca dei beni mafiosi, le strategie con cui i beni confiscati dieci anni fa sono stati trasformati in una fonte di occupazione e di reddito per otto comuni del palermitano: gli otto sindaci, di forze politiche differenti, hanno permesso una riconversione economica pulita attraverso una serie di attività commerciali a livello nazionale che dà, ad oggi, occupazione a oltre settanta giovani.

Il Laboratorio della Politica, spazio di “riflessione pratica” su società, politica ed economia,  condivide con Lucio Guarino che l’obiettivo più importante rimane “Creare ricchezza pulita con una forte ricaduta sul territorio, dare la possibilità ai giovani disoccupati siciliani di fare impresa in loco: è la sfida da concretizzare quotidianamente”.

 

Il professore Pietro Barcellona è stato il relatore dell'incontro tenutosi sabato 22 Ottobre ore 18.00 nella sede del Laboratorio della Politica, in via Costanzo 8 Catania.

Sulla base della sua rilevante esperienza di docente e pensatore impegnato anche in campo politico, Barcellona ha analizzato alcune vicende dell’Italia repubblicana, cogliendo le radici della profonda crisi attuale e indicando possibili punti di svolta, per un futuro più umano e vivibile.

Un incontro, dunque, dal taglio storico e insieme antropologico, seguito da un pubblico di 150 ersone attente e desiderose di avere strumenti di conoscenza adeguati per acquisire una consapevolezza sulla storia che viviamo, attraverso la testimonianza diretta di uno dei maggiori conoscitori, e in parte protagonisti, della vicenda storica dei nostri giorni.

L’incontro ha concluso il primo corso di formazione organizzato dal Laboratorio, il cui tema “Le Radici della politica attuale”, incentrato su un percorso dinamico tra presente, passato e futuro, e sviluppato in quattro incontri che hanno proposto una lettura critica dell’attuale realtà socio-politica. È stata l’occasione per riflettere insieme su come contribuire al progresso civile e sociale del nostro paese.